Cosa sono le “Grassroots Music Venues (GMVs)”

Concetto fondamentale per interpretare gli spazi della notte, il termine Grassroots Music Venues identifica quei luoghi dove la proposta musicale si fa veicolo di una visione culturale attraverso sperimentazione, rischio nella proposta artistica e dialogo con le comunità del territorio. Qui l’intrattenimento è secondario.
Articolo originale 

GRASSROOTS MUSIC VENUES (GMVs) – Definizione

Questa definizione fa parte del Rescue Plan for London’s Grassroots Music Venues
(Piano di Salvataggio degli Spazi Musicali Grassroots di Londra) firmato dal Sindaco di Londra e concordato durante l’evento Venues Day 2015 da esponenti della music industry e del governo inglese.

La definizione è usata dal Arts Council England e dal Dipartimento della Cultura, Media e Sport (UK) nelle discussioni che riguardano il futuro delle music venues (luoghi usati principalmente per performance musicali). Si basa su un’ampia indagine e una serie di sondaggi riguardo gli spazi della musica in Regno Unito, ed è paragonabile alla definizione Europea condotta dall’organizzazione Live DMA in più di dieci stati. La definizione di Grassroots Music Venues contenuta in questo documento comprende solo i parametri largamente accettati per descrivere spazi dedicati specificatamente alle performance musicali.
Non siamo a conoscenza di altre definizioni di questo settore.

RUOLO SOCIALE E CULTURALE
L’importanza culturale e sociale delle grassroots music venues (GMVs) viene definita valutando attraverso i seguenti criteri la reputazione e l’operato di uno spazio adibito alla musica.

1. È riconosciuto da musicisti, artisti e dal pubblico come uno spazio grassroots (i.e: dal basso)

2. La propria mission principale è l’attività culturale
La raison d’être dello spazio è la musica che programma

3. Si tratta di un’attività musicale gestita da esperti della musica.
Il focus dell’organizzazione è la musica, altri servizi quali beverage, food o vendita di altri prodotti è secondaria, o comunque dipendente dall’attività musicale

4. Si Prende dei rischi nella programmazione musicale. Questo approccio è la spinta per lo sviluppo dell’ecosistema musicale.
Nella programmazione ci sono artisti che meritano di avere un pubblico, senza la certezza di un ritorno economico; assumersi il rischio di andare in perdita porta nel lungo termine a un ritorno economico per la music industry.

5. È un punto di riferimento per la musica e un luogo chiave per l’ecosistema notturno.
Gli spazi grassroots sono centrali per lo sviluppo della personalità creativa della città. L’assenza di questi luoghi porta all’impoverimento del sistema musicale. Gli spazi grassroots attraggono un pubblico specifico che aggiunge valore anche al resto dell’ecosistema notturno (ristoranti, pub, bar, trasporti, altri club)

6. Vive in armonia con il contesto.
Occupa un ruolo importante nella comunità locale, offre formazione e training per addetti ai lavori e professionisti, ed è aperto al networking

Condividi questa notizia